Un giovane spara in un night club lgbtq a Colorado Springs e uccide 5 persone

no credit

AGI - Nuovo dramma legato alla libera circolazione delle armi, in Usa. Almeno 5 persone sono morte e 18 sono rimaste ferite in una sparatoria avvenuta in un nightclub Lgbtq a Colorado Springs, in Colorado. Lo ha reso noto la polizia statunitense. Il tenente della polizia di Colorado Springs, Pamela Castro, ha reso noto che è stato individuato un sospetto che è stato fermato e messo in custodia cautelare.

È il 22enne Anderson Lee Aldrich il giovane arrestato. Secondo quanto riferito dal capo del dipartimento di polizia di Colorado Springs, Adrian Vasquez, sulla scena sono state trovate due armi da fuoco.

Il ragazzo è stato fermato circa cinque minuti dopo che la polizia ha ricevuto la prima segnalazione dell'aggressione. L'uomo è entrato nella discoteca di Colorado Springs e ha subito iniziato a sparare con un "fucile lungo", uccidendo almeno cinque persone, ha fatto sapere il capo della polizia locale in conferenza stampa, come riportano i media americani.

Gli Stati Uniti "non devono tollerare l'odio". È questo l'appello del presidente Usa, Joe Biden, dopo la strage in un club Lgbtq in Colorado.

"Jill e io stiamo pregando per le famiglie delle cinque persone uccise e per coloro che sono rimasti feriti in questo attacco insensato", ha poi scritto Biden su Twitter, "sebbene non sia ancora chiaro alcun movente per questo attacco, sappiamo che la violenza da armi da fuoco ha un impatto particolare sulle comunità LGBTQI+ nel nostro Paese".

Jill and I are praying for the families of the five people killed in Colorado Springs, and for those injured in this senseless attack.

While no motive in this attack is yet clear, we know that gun violence has a particular impact on LGBTQI+ communities across our nation.

— President Biden (@POTUS) November 20, 2022