Un imprenditore di Trieste aveva scelto le cure domiciliari fino ad una crisi cardiaca fatale

·2 minuto per la lettura
No Vax si cura da sé e muore di Covid
No Vax si cura da sé e muore di Covid

Ancora morti di Covid per colpa delle convinzioni sbagliate e senza alcun pentimento tempestivo sulle stesse, morti come quella accaduta a Trieste, dove un no vax che aveva tentato di curarsi da solo muore in casa. Lo riporta il Piccolo: un imprenditore 50enne titolare di un bed and breakfast ed una piccola azienda aveva scelto le cure domiciliari e in quelle aveva perseverato fino a compromettere la sua salute e ad una crisi cardiaca fatale.

No vax muore in casa, le cure domiciliari ed il rifiuto dell’evidenza

I media locali spiegano che l’uomo aveva contratto il Covid ma aveva sperimentato il metodo domiciliare senza pensare di rivolgersi subito ai sanitari; in più il 50enne era considerato molto vicino alle posizioni dei no vax. Insomma, la vita dell’imprenditore era minacciata non solo dalla malattia ma anche dagli effetti diretti che le convinzioni del paziente sul metodo per curare la stessa, convinzioni che non includevano il vaccino.

Tragedia a Padriciano, no vax muore in casa: i primi sintomi e l’aggravamento improvviso

L’uomo risiedeva nel quartiere di Padriciano e qualche giorno fa era stato colto dai primi sintomi del coronavirus, però aveva scelto di curarsi a casa. Purtroppo nella giornata del 19 novembre le sue condizioni erano precipitate fino ad una crisi cardiaca che malgrado l’arrivo tempestivo del 118 non gli ha lasciato scampo alcuno. All’arrivo dei soccorritori, come riporta anche l’Ansa, l’uomo era già in arresto cardiaco e i ripetuti tentativi di rianimazione si sono rivelati vani.

Il parere del medico sul caso del no vax che muore in casa: “Sempre più rifiutano il ricovero”

A corredo della triste vicenda giunge il commento del primario del reparto di primo intervento dell’ospedale di Trieste, Alberto Peratoner: “Ci sono sempre più casi di persone che scelgono queste cure domiciliari. Lo constatiamo ormai ogni giorno. La situazione sta diventando drammatica”. Poi la chiosa: “Affidarsi a cure e a professionisti non in linea con le evidenze scientifiche è molto pericoloso”.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli