Un incendio all'Oasi Felina di Pianoro, nel Bolognese, ha visto la morte di otto gatti.

·1 minuto per la lettura
L'Oasi Felina di Pianoro
L'Oasi Felina di Pianoro

Un risveglio traumatico per i gestori e proprietari dell’Oasi Felina di Pianoro sulla Fondovalle Savena, in provincia di Bologna. Un cortocircuito ha distrutto una buona parte della struttura, uccidendo dei gatti che si trovavano presso l’Oasi Felina.

Un incendio nel Bolognese ha ucciso otto gatti

Si tratta dell’infemeria, da lì è partito l’incendio che ha causato la morte di otto sfortunati gatti che sono stati carbonzzati dalle fiamme senza possibilità di fuggire, in quanto ricoverati a causa di qualche infermità o malattia. Sono riusciti a salvarsi gli altri gatti presenti nell’Oasi Felina che hanno trovato una via di fuga dalle fiamme.

La causa dell’incendio che ha ucciso gli otto gatti

I proprietari sono devastati, ed hanno dichiarato che quello di oggi, 14 ottobre 2021, è il giorno più brutto di tutta la storia dell’Oasi Felina. Le cause sono da attribuire ad un cortocircuito partito proprio dall’infermeria, dato che non c’è stato nessun intervento esterno ripreso dalle telecamere di sicurezza. È partita immediatamente una raccolta fondi per ricostruire la struttura.

Gatti morti in un incendio nel Bolognese: le parole dei gestori della struttura

In un post sulla propria pagina Facebook, l’Oasi Felina ha espresso tutto il suo dolore con queste parole: “Oggi più di metà dell’Oasi non esiste più e non sappiamo come potremo andare avanti dopo questa notte. Abbiamo bisogno di guardarci in faccia tra noi volontari e di avere un momento per riflettere sui prossimi passi da fare. Vi aggiorneremo come sempre su tutto quello che succederà in questi giorni”.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli