Un nuovo video mette in difficoltà la polizia degli Stati Uniti d'America

·2 minuto per la lettura
Ronald Greene video
Ronald Greene video

La polizia americana è nuovamente sotto accusa dopo che Associated Press ha pubblicato il video di un pestaggio messo in atto da alcuni agenti ai danni di Ronald Greene, un cittadino afroamericano morto nel 2019 in Louisiana, a Monroe, proprio a seguito di questa violenza. Nel video si vedono gli agenti che prendono a calci Greene dopo averlo colpito con il taser.

Ronald Greene, il video dell’uccisione

Gli episodi mostrati nel filmato risalgono al 29 maggio 2019, ma sono stati resi pubblici solo in queste ore. Il rapporto ufficiale di quella notte riferiva che il decesso di Greene fosse avvenuto dopo un inseguimento con la polizia che era sfociato in un incidente mortale. Tutto falso, con le immagini che mostrano come l’uomo di 49 anni sia morto sotto i colpi degli agenti implorandoli di smettere di picchiarlo.

Ronald Greene è stato ucciso dalla polizia: il video

“Mi dispiace, ho paura, sono un vostro fratello”, dice chiaramente Ronald Greene nel video con il volto completamente sporco di sangue. “Ho sangue dappertutto, spero che questo tizio non abbia l’Aids”, risponde un agente alle suppliche dell’uomo, ulteriore prova del fatto che l’interesse nei confronti delle condizioni di salute del malcapitato fossero pari allo zero.

Il video della morte di Ronald Greene

Il dipartimento di Giustizia è intervenuto sul caso confermando alla CNN che sulla vicenda è stata aperta una nuova indagine con l’ufficio diritti civili che si è attivato insieme al al procuratore federale della Louisiana e l’Fbi. Ad aggravare la posizione degli agenti e dell’intera Louisiana State Patrol è il fatto che sia stato dichiarato il falso nel verbale dell’intervento e che il video di 46 minuti sia stato occultato per ben due anni. Oltre agli insulti e all’inaudita violenza dei colpi, gli agenti hanno lasciato Ronald Greene solo davanti al suo destino. Per ben 9 minuti infatti l’uomo di 49 anni è stato agonizzante faccia a terra, ammanettato e senza che nessuno dei presenti gli abbia prestato assistenza. Una scena che ricorda quella che ha visto come protagonista George Floyd e altri cittadini afroamericani rimasti uccisi dopo dei semplici controlli di polizia. La famiglia Greene ora chiede che venga fatta giustizia, con la madre del 49enne che parla di un bruttale massacro: “Lo hanno assassinato – ha detto – non ha avuto scampo”.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli