Un s.o.s per salvare le opere del Bardo

·2 minuto per la lettura

AGI  - Un s.o.s per la salvezza delle opere del museo nazionale tunisino del Bardo, a Tunisi, è stato lanciato dall'accademico Habib Ben Younes, ex curatore generale del Museo ed ex direttore della divisione sviluppo museale presso l'Istituto nazionale del patrimonio. In una dichiarazione all'agenzia Tap, Ben Younes ha spiegato che la chiusura del Bardo ai visitatori da più di tre mesi sta danneggiando l'immagine del Paese, senza tener conto del deficit dopo quasi due anni di Covid-19.

"E se il provvedimento di chiusura al pubblico resta comunque molto discutibile, è assolutamente incomprensibile e addirittura inammissibile non consentire ai dipendenti l'accesso al Museo almeno tre giorni alla settimana, se non ogni settimana", ha affermato. Il 25 luglio scorso il presidente Kais Saied ha dichiarato lo stato d'emergenza.

"Se la sicurezza è garantita, la conservazione delle opere non lo è", ha affermato Younes. Qual è lo stato della collezione dei Bronzi di Mahdia, unica nel suo genere nel Mediterraneo e nel mondo?". L'esperto ha auspicato che "la ministra dei Beni Culturali, Hayet Guettat Guermazi, possa farsi portavoce del tema nel governo". Nel frattempo, ha ammonito Younes, "la sostenibilità delle collezioni è minacciata". 

A metà degli anni '80 un incendio devastò gran parte dei sotterranei del museo, e il fumo danneggiò la collezione dei bronzi, che già risentiva delle precarie condizioni di conservazione. Le statue furono restaurate a Bonn nell'ambito della cooperazione tunisino-tedesca.

Per avere un'idea degli sforzi compiuti per proteggere queste opere d'arte, "al loro ritorno a Tunisi, i bronzi furono esposti in vetrine con umidità controllata e i deumidificatori venivano sottoposti a controlli regolari". Le vetrine sono state anche collegate a un allarme che si attiva in caso di interruzione di corrente. "Questo, per far capire tutti gli sforzi fatti per salvare i bronzi" ha ricordato Ben Younes.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli