Un po' pic nic, un po' funeral party. A Londra tutti in strada per il funerale del secolo

AGI

AGI - Un po' funeral party un po' pic nic. C'è la coppia 'agee' con zainetto e birkenstock, l'ufficiale con le medaglie al petto, l'adolescente con i capelli rosa e la signora in nero lungo con cappello e veletta. Il popolo del Regno Unito è acceso in strada, oltre un milione sono le previsioni, per l'ultimo addio a Elisabetta II.

Le strade intorno ai luoghi del funerale sono già piene, Il Green park su cui affaccia Buckingham palace è chiuso, Hyde park, dove sono stati allestiti i mega schermi per seguire la cerimonia in diretta, è stracolmo.

E allora la gente defluisce, chiacchierando con calma, nelle vie vicine, sperando di vedere almeno la coda del corteo che porterà in giro per la città il feretro della sovrana. A undici giorni dalla morte arriva, finalmente, il funerale del secolo. Pur nel dolore, molti cominciavano infatti a considerare eccessivo il tempo lungo di questo addio.

Un estremo sforzo di impegno reale per una sovrana che ha già regnato 70 anni, ma che forse nessuno vorrebbe vedere andare via. E stamattina per strada sono scesi davvero in tanti, c'è il mondo variegato che compone il Regno Unito: vecchi e giovani, inglesi da secoli e inglesi di prima generazione, signore in tailleur nero con marito in completo tweed e ragazzi in jeans strappato e anfibi.

E poi tanti stranieri, turisti, studenti, ricercatori e impiegati venuti a Londra prima o nonostante la Brexit. Sopra tutto volteggiano gli elicotteri, a ogni angolo decine di poliziotti e i volontari con la scritta "chiedimi informazioni" sul gilet viola. E intorno silenzio, tutto è chiuso per ferie speciali.

Restano aperti solo i bar per rifocillare la folla. Perché questo funerale, tra soggiorni, ristoranti e gadget, porterà tante sterline nelle casse dei londinesi. The 'show must go on' e le casse sono un po' esauste, da domani si volta pagina e si cominceranno a fare i conti con il nuovo re e il nuovo governo.