Un programma televisivo argentino ha festeggiato la morte della Regina Elisabetta

Regina
Regina

Il mondo è rimasto sconvolto per la morte della Regina Elisabetta. Mentre arrivavano messaggi di cordoglio, però, una trasmissione televisiva argentina ha festeggiato in diretta la sua scomparsa.

Programma televisivo argentino festeggia la morte della Regina Elisabetta: “Finalmente la vecchia nazista è morta”

Mentre da tutto il mondo arrivavano messaggi di cordoglio per la morte della Regina Elisabetta, un programma televisivo argentino festeggiava, stappando bottiglie di spumante e deridendola in diretta. “Finalmente la vecchia nazista è morta” ha dichiarato il conduttore. La scena è andata in onda nel corso della trasmissione del giornalista e politico Santiago Cuneo, che è solito ad esternazioni del genere. Nel corso del programma “Cúneo al mediodía” il presentatore ha dato la notizia della morte della sovrana per poi stappare uno spumante e insultarla. “La vecchia è morta, è finita una volta per tutte, applausi fragorosi per satana che l’ha portata via. È finita. Gli ho promesso che avremmo brindato quando questa spazzatura britannica fosse morta, questa sporcizia di Lucifero” ha dichiarato, tra le risate dei presenti. “Stiamo festeggiando. È stato un tormento. Questo ammiratore di Hitler è finalmente giunto al termine” ha proseguito, brindando. Il video è diventato virale ed è stato sommerso di critiche.

I dissapori tra i Paesi e la freddezza del Governo argentino

Alla base di questo gesto ingiustificabile, ci sono gli antichi dissapori tra i due Paesi dopo la guerra delle Falkland-Malvinas negli anni Ottanta. Il conflitto tra Argentina e Regno Unito per il controllo delle isole dell’oceano Atlantico aveva portato alla vittoria di Londra. Nelle Falkland la notizia della morte della sovrana ha spinto gli isolani a dare un segno della loro identità filo-britannica. Hanno reso tutte le loro pagine Internet nere in segno di lutto, alzato le bandiere e hanno annunciato che seguiranno il lutto della Gran Bretagna.

Il governo argentino ha espresso le condoglianze ma è apparso molto freddo. “Il governo della Repubblica Argentina esprime il suo dolore per la sua scomparsa e accompagna il popolo britannico e la sua famiglia in questo momento di dolore” ha scritto il ministero degli Esteri. Il presidente Alberto Fernández non ha rilasciato nessuna affermazione personale e nessun rappresentante del Paese sarà presente ai funerali, ad eccezione dell’ambasciatore a Londra.