Un ragazzo scomparso da 20 anni torna e tenta di uccidere il fratello

·1 minuto per la lettura
Polizia Bolzano
Polizia Bolzano

Una storia davvero particolare quella accaduta a Bolzano, dove un uomo, Ivo Rabanser, che era scomparso circa venti anni fa, è tornato a casa e ha tentato di uccidere il fratello, apparentemente senza un vero motivo.

Uomo scomparso a Bolzano: la scomparsa e il ritorno

Di Ivo Rabanser, 42 anni, si erano ormai perse le tracce da più di vent’anni, quando era uscito dalla casa in cui al tempo abitava con i suoi famigliari, e non era più tornato. L’uomo ha deciso adesso di fare ritorno nella città natale, e presentatosi a casa del fratello, lo ha aggredito, sferrandogli diverse coltellate.

Uomo scomparso a Bolzano: l’aggressione al fratello

Il fratello minore di Ivo, Martin, ha aperto la porta di casa sua a Selva di Val Gardena, la sera di sabato 30 ottobre, quando si è trovato di fronte un viso famigliare che non vedeva da molto tempo. Era il volto di Ivo, tornato inaspettatamente da un lungo esilio e non certo con buone intenzioni. L’uomo ha infatti subito aggredito Martin, colpendolo ripetutamente con un coltello. Ad intervenire è stata la moglie di Martin, Monika, anche lei rimasta lievemente ferita. Alla base dello scontro non ci sarebbe un litigio tra i fratelli. Le cause alla base del gesto di Ivo sono ancora da accertare.

Uomo scomparso a Bolzano: l’arrivo dei Carabinieri

Ivo è stato immediatamente arrestato dai Carabinieri di Bolzano, giunti sul posto a seguito di una chiamata di Monika. I coniugi sono stati poi accompagnati all’ospedale, dove Martin è attualmente ricoverato in condizioni gravi, anche se non più in pericolo di vita.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli