Un ragazzo stava urinando sul ciglio della strada e da un rimbrotto altrui è scaturita la violenza

ariccia-sagra
ariccia-sagra

Si chiariscono in queste ore le circostanze della rissa con accoltellamento alla sagra della porchetta di Ariccia, a parlare la madre della vittima: “Mio figlio è stato accoltellato perché stava facendo la pipì in strada“. Secondo quella ricostruzione infatti il ragazzo colpito stava urinando sul ciglio della strada e da un rimbrotto altrui è scaturita la violenza. La vittima è un 22enne di Albano Laziale finito in ospedale a seguito di un’aggressione avvenuta alla sagra della porchetta di Ariccia. A La Repubblica la madre del giovane ha spiegato cosa era successo.

Rissa con accoltellamento alla sagra di Ariccia

In sintesi il giovane aveva trascorso la serata insieme agli amici nella cittadina in provincia di Roma quando a notte inoltrata aveva bisogno di andare in bagno con urgenza e per poco non è rimasto vittima di un omicidio preterintenzionale. Ha detto la madre: “Non ha trovato un bagno libero e ha dovuto farla in un vicolo“. A quel punto si sarebbero avvicinati due coetanei che avrebbero ripreso con foga il giovane: “Uno dei due gli ha detto che non voleva che la sua fidanzata lo vedesse, mio figlio si è scusato e stava per andarsene”.

La risposta e la corsa ad afferrare l’arma

Un altro giovane che era assieme ala vittima avrebbe pronunciato una replica “forte” ed uno dei due ragazzi è entrato in casa, ha preso un coltello da cucina e, nel tentativo di ferire il secondo ragazzo, ha colpito il primo vicino all’orecchio, sfiorandogli l’aorta. Il giovane è stato soccorso dall’Ares 118 e condotto urgenza al Nuovo Ospedale dei Castelli, ne avrà per 21 giorni. I carabinieri, che indagano sulla vicenda, hanno invece denunciato l’aggressore per lesioni.