In un rinomato esercizio commerciale della Città dei Fori è arrivata la Guardia di Finanza

Prezzo del gelato maggiorato se pagato con il Pos
Prezzo del gelato maggiorato se pagato con il Pos

A Sanremo il prezzo del gelato è stato aumentato di 50 centesimi se si paga con il pos, perciò in un rinomato esercizio commerciale della Città dei Fori è arrivata la Guardia di Finanza a verificare ed eventualmente sanzionare. Come era nata la vicenda? Innanzitutto con lo storico dei fatti e con la  gelateria sanremese “La compagnia del gelato” che si è trovata le fiamme gialle nel negozio.

Pos, prezzo del gelato aumentato di 50 cent

Ma a far esplodere il caso era stata una storia su Instagram di Selvaggia Lucarelli. La giornalista è da tempo in prima linea contro le opposizioni attive ai pagamenti tramite pos che sono normati da legge apposita in vigore dal 30 giugno. Ultimamente ad esempio la Lucarelli aveva stigmatizzato il comportamento di alcuni tassisti che rifiutano di accettare pagamenti con questo sistema. E la giornalista aveva scritto: “Gelateria a Sanremo. Qualcuno spieghi ai signori che non funziona così. Magari la finanza”.

La denuncia social e l’arrivo dei finanzieri

E bastava solo dirlo, visto che la gelateria di corso Matteotti a pochi passi dal teatro Ariston del Festival della Canzone proprio la Finanza si è ritrovata nei locali. Fanpage spiega che “il caso è ancor più clamoroso perché uno dei due titolari della gelateria, Marco Leuzzi, è un commercialista”. Ma cosa recitava il cartello? “Il prezzo di vendita in pagamento tramite pos verrà aumentato di 50 centesimi”.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli