Un saggio racconta come sono cambiati il clima e la vita sulle Alpi

Image from askanews web site
Image from askanews web site

Milano, 15 lug. (askanews) - Un saggio ripercorre e ricostruisce in dodici tappe il rapporto che l'uomo ha instaurato con il clima delle Alpi nel corso dei secoli, attraverso le vicende di alcuni fra i personaggi più noti del passato e del presente. Il volume si intitola "Il cielo delle Alpi" (162 pagine) ed è stato scritto da Alex Cittadella, dottore di ricerca in Storia moderna presso l'Università di Udine.

Il saggio, che esce oggi per gli Editori Laterza in collaborazione con il Club alpino italiano (Cai), prova a cercare di ricostruire cosa pensava Ötzi dell'ambiente in cui viveva e in cui trovò la morte, le circostanze in cui nacque l'idea di Annibale di valicare i passi alpini e le tipologie di esseri magici e religiosi a cui si sono da sempre votati i Walser per vivere fra le nevi e i ghiacci del Monte Rosa. Andando avanti con i secoli, il libro indaga i fenomeni atmosferici e climatici che incantarono Leonardo da Vinci di fronte alle Alpi o, ancora, le osservazioni, gli studi e le rappresentazioni del clima alpino tra Sette e Ottocento effettuate da de Saussure, Napoleone, Turner e Segantini. E poi dal modo di raccontare l'ambiente alpino di Mario Rigoni Stern e Pierluigi Cappello, fino ai più grandi alpinisti del Novecento, Walter Bonatti e Reinhold Messner.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli