Un sindacalista è stato investito e ucciso dopo una lite con un camionista

·1 minuto per la lettura

AGI - Un sindacalista di 37 anni è morto questa mattina investito da un camion nel corso di una manifestazione di lavoratori nell'area logistica di Biandrate, a pochi chilometri da Novara. All'origine della tragedia ci sarebbe stato un diverbio tra il conducente del camion e i lavoratori (una ventina in tutto) che protestavano davanti al cancello della Lidl, bloccando il passaggio. L'autista che lo ha investito è fuggito.

Secondo quanto riferito all'AGI da Attilio Fasulo, segretario generale della Cgil di Novara, che si trova sul luogo della morte del sindacalista, "i lavoratori presenti mi hanno parlato di una discussione a seguito della volontà del camionista di forzare il presidio". Sempre secondo le testimonianze raccolte, il sindacalista sarebbe stato travolto e trascinato per una decina di metri, fino all'altezza del passaggio pedonale: per questo nei primi minuti si era immaginato che stesse attraversando la strada.  Il sindacalista è stato soccorso da un equipaggio del 118 ma non c'è stato nulla da fare.

La manifestazione era stata indetta dai Cobas di cui il giovane operaio era un attivista. Sul posto stanno operando i Carabinieri della stazione di Biandrate: il corpo senza vita dell'uomo si trova ancora sulla strada coperto da un telo viola, in attesa dell'arrivo del magistrato. 

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli