In un solo anno segnalati al Vaticano più di mille casi di abusi sessuali

L'ufficio vaticano responsabile del trattamento delle denunce di abusi sessuali del clero ha registrato un record di mille casi segnalati quest'anno da tutto il mondo, anche da paesi di cui non aveva mai sentito parlare. Lo scrive il Washington Post, che riprende un'esclusiva dell'Associated Press.

Quasi due decenni dopo che il Vaticano si è assunto la responsabilità di rivedere tutti i casi di abuso, lo staff della Congregazione per la Dottrina della Fede è oggi sopraffatto. 

"So che la clonazione è contro l'insegnamento cattolico, ma se potessi davvero clonare i miei funzionari e farli lavorare tre turni al giorno o lavorare sette giorni alla settimana, potrebbero fare il necessario passo avanti", ha detto monsignor John Kennedy, capo ufficio della Sezione disciplinare nella Congregazione, che elabora i casi.  

"Al momento stiamo assistendo effettivamente a uno 'tsunami' di casi, in particolare da paesi di cui non abbiamo mai sentito parlare prima", ha detto monsignor Kennedy, riferendosi alle accuse di abuso verificatesi per la maggior parte anni o decenni fa. Argentina, Messico, Cile, Italia e Polonia si sono uniti agli Stati Uniti tra i paesi con il maggior numero di casi che arrivano".

La Congregazione per la Dottrina della Fede, che conta solo su 17 funzionari - riferisce sempre il Washington Post - ha concesso all'Associated Press di entrare nei propri uffici, all'insegna della trasparenza. È la prima volta che accade.

Nonostante la "tolleranza zero" e l'adozione di nuove leggi, il Vaticano si trova ancora a lottare per fare i conti con il problema dei preti 'predatori' - un flagello che per la prima volta è scoppiato pubblicamente in Irlanda e Australia nel Anni '90, Stati Uniti nel 2002, parti d'Europa a partire dal 2010 e America Latina lo scorso anno. "Suppongo che se non fossi un prete e se avessi un bambino maltrattato, probabilmente smetterei di andare a messa", ha detto monsignor Kennedy, che ha assistito nella sua nativa Irlanda come la credibilità della Chiesa sia stata persa, in seguito allo scandalo degli abusi.