Un sondaggio condotto da Swg su un ampio campione rivela che la soluzione è stata adottata da molti

Il preoccupante report di Confesercenti sui prezzi
Il preoccupante report di Confesercenti sui prezzi

Gli effetti della crisi economica e soprattutto energetica che sta attanagliando l’Italia non sono solo enunciati ma iniziano concretamente ad influenzare le grandi scelte di settore e, con esse, la società ed i cittadini: il 36% delle imprese ad esempio ha dovuto alzare i prezzi per le bollette, questo secondo quanto dichiarato da Confesercenti.

Il 36% delle imprese ha dovuto alzare i prezzi

Il dato è desumibile da un sondaggio condotto da Swg su un ampio campione, sondaggio che rivela in esito come la soluzione sia stata adottata da molti operatori. Il dato è che  il 36% delle piccole medie imprese “prevede di esser costretta ad aumentare i prezzi nei prossimi mesi”. Quell’obbligo operativo è a causa dei rincari dell’energia e dell’inflazione.

In quanti limiteranno l’orario di lavoro

Questo, in estrema sintesi, il risultato di un sondaggio condotto da Swg per Confesercenti su un campione di imprese dell’artigianato, del turismo e del commercio con 50 dipendenti o meno. E in ordine a quella indagine è emerso che il 26% pensa di limitare gli orari di lavoro, il 18% valuta una riduzione dei dipendenti. E c’è un dato di coda statistica: il 37% delle imprese si aspetta un risultato economico inferiore rispetto all’anno scorso.