Un SUV sportivo ed elettrico per il deserto, ecco la GFG Style 2030

redazione@motor1.com (Massimo Grassi)
GFG Style 2030

Giorgetto e Fabrizio Giugiaro firmano una stravagante concept presentata in Arabia Saudita e attesa al Salone di Ginevra 2020

Dopo la Kangaroo, che variava la propria altezza da terra a seconda delle necessità, ora la ztorna a cimentarsi nell’immaginare un SUV sportivo del futuro – o hyper SUV usando le parole dei suoi creatori – con la 2030, concept 100% elettrica presentata in anteprima (tramite alcuni teaser) in Arabia Saudita al Riyadh Motor Show. Un esercizio di stile molto particolare dedicato proprio al paese della Penisola Araba e che farà il suo debutto ufficiale al Salone di Ginevra 2020.

Coupé per il deserto

“Abbiamo modellato la 2030 su una carrozzeria in fibra di carbonio e telaio in alluminio, con linee supersportive ma anche come celebrazione della guida in off-road e 100% elettrica”. Descrive così la GFG 2030 Giorgetto Giugiaro, spiegando come la sua nuova concept voglia incarnare 3 differenti spiriti: quello di una coupé sportiva 2 porte e 2 posti, quello di un SUV e quello di un’auto a emissioni zero.

Le forme ricordano molto quelle della Kangaroo, così come il particolare sistema di apertura delle portiere, con i pannelli porta che qui si aprono in maniera convenzionale – e non a farfalla come sulla concept dello scorso anno – e parte del tetto che si solleva per facilitare ingresso e uscita. L'abitacolo è dominato da 2 monitor, uno per la strumentazione e l'altro - in posizione verticale - per l'infotainment, inseriti in un ambiente minimal e sportivo.

A non cambiare è anche lo schema meccanico, con 2 motori elettrici (uno per asse) a donare alla 2030 la trazione integrale, necessaria per districarsi in offroad e tra le dune del deserto. Potrebbe essere invece differente il pacco batterie, che sulla Kangaroo era di 90 kWh e garantiva 450 km di autonomia, mentre per la 2030 si parla di una percorrenza massima con una ricarica di 365 km.

Infine le prestazioni: la scheda tecnica parla di 200 km/h di velocità massima, probabilmente limitati elettronicamente per salvaguardare la carica degli accumulatori, e accelerazione da 0 a 100 km/h in 3,5”.

Giugiaro e le sue concept più recenti

L’elettrica per la transizione

Ma perché l’ultima concept della GFG Style si chiama 2030 ed è stata presentata in anteprima a Riyadh? È presto detto: nel 2016 l’Arabia Saudita ha varato il piano “Vision2030” con l’obiettivo di riformare vari aspetti della propria economia, partendo da una costante diminuzione delle entrate derivanti dall’industria petrolifera.

Un passaggio importante per l’Arabia Saudita, celebrata dalla concept di Giugiaro padre e figlio anche attraverso i colori verde e nero, gli stessi della bandiera del paese arabo.