Un team di ricercatori canadesi ha individuato forme virali perfino più grandi dei batteri

Al Polo Nord trovati virus "giganti"
Al Polo Nord trovati virus "giganti"

In un lago dell’Alto Artico e a meno di 800 km dal Polo Nord sono stati trovati virus giganti “inusuali”: un team di ricercatori canadesi ha individuato forme virali perfino più grandi dei batteri sul fondo del lago di acqua dolce di Milne Fjord. Come spiega Agi gli esperti hanno definito quel fenomeno “raro” in un habitat anch’esso molto particolare. Gli esiti della ricerca sono stati illustrati nella rivista Applied and Environmental Microbiology e condivisi online dal sito d’informazione Slate.

Polo Nord, trovati virus giganti “inusuali”

Ma chi ha effettuato il rinvenimento? I ricercatori dell’Università di Laval, nello Stato del Quèbec, in Canada: hanno raggiunto il sito a bordo di un elicottero, poi prelevato acqua e analizzato i campioni del lago con il sequenziamento del Dna. Attenzione: quel lago è d’acqua dolce ed è “unico nel suo genere” perché galleggia sopra l’Oceano Artico, tenuto in posizione solo da una lastra di ghiaccio. E le analisi hanno consentito di identificare virus e i micro-organismi contenuti nell’acqua del lago.

“Una vera miniera di genomi”

Il dato è che acqua dolce conteneva una maggiore varietà di virus al suo interno rispetto a quella salata del mare. E tra questi patogeni sono stati trovati virus “giganti” della famiglia Megaviricetes, a volte più grandi di alcuni batteri. Secondo Mary Thaler, microbiologa e coautrice dello studio, essi hanno “genomi che potrebbero potenzialmente portare molti geni interessanti“. Per proseguire i propri studi, i ricercatori hanno bisogno di tempo ma di tempo ce n’è poco: il riscaldamento globale sta letteralmente “sciogliendo” il ghiaccio a protezione del lago.