Un torrente in piena ha fatto strage di ovini nel Siracusano

E' di oltre 60 capre, pecore e agnelli morti il bilancio del maltempo che ha colpito ieri la zona di Ispica (Ragusa) dove è straripato il torrente Favara, provocando una vera e propria strage di ovini dell'azienda Roccuzzo che produce ricotta e formaggi con un danno che supera i 100 mila euro.

"Le immagini mostrano un tappeto di capi morti annegati - afferma il direttore della Coldiretti di Ragusa, Calogero Maria Fasulo - impegnato con i tecnici a verificare l'ammontare dei danni in tutta la provincia - questi fenomeni dimostrano quanto sia indispensabile la manutenzione continua degli alvei dei fiumi e torrenti perché ormai il cambiamento climatico è una realtà con cui ci si deve confrontare ogni giorno". Il maltempo ha anche colpito duramente la produzione di ortaggi. Sono state ore d'inferno "e ora, oltre alle produzioni, le strade interne sono impraticabili", conclude.