Un uomo è stato salvato dopo 24 giorni di digiuno volontario

Digiunava da ventiquattro giorni l'uomo di 38 anni ritrovato dai Carabinieri forestali in un bivacco di fortuna nel parco nazionale della Valgrande, una delle più grandi aree wilderness d'Europa, nella provincia del Verbano Cusio Ossola. Era molto debilitato, ma lucido e presente a sé stesso.

Ai soccorritori ha spiegato di aver voluto vivere una esperienza di meditazione solitaria, che considera non ancora conclusa. Per questo non ha voluto essere portato in ospedale. Ha accettato però di rifocillarsi ed è stato cosi lasciato nel suo "eremo". Dai carabinieri è arrivato un appello per evitare pericolosi fenomeni di emulazione.