Un violento alterco poi la violenza con la polizia che esclude collegamenti con il Gay Pride

Le dichiarazioni della portavoce della Polizia di San Francisco
Le dichiarazioni della portavoce della Polizia di San Francisco

Una sparatoria è avvenuta negli Usa, su un treno pendolari a San Francisco, il bilancio è di un morto e di un ferito. I media spiegano che poco prima delle 10 ora locale un uomo ha aperto il fuoco su un treno affollato di pendolari a San Francisco e che in queste ore la polizia sta dando la caccia al killer che ha sparato all’altezza della fermata di Castro.

Sparatoria su un treno pendolari a San Francisco

Si tratta del famoso quartiere della città californiana, caro ad Harvey Milk, dove domenica si svolgerà la parata per i diritti Lgbtq+. Allo stato però la polizia ha escluso che si tratti di un’azione innescata da rivalse contro la comunità gay. Dal canto suo la portavoce della polizia Kathryn Winters ha spiegato che Il killer è sceso dal treno e poi si è dato alla fuga. Ha detto la poliziotta: “Voglio assicurare alla comunità Lgbtq+ che questo incidente non sembra avere alcun collegamento il Pride che si terrà domenica”.

I testimoni: “Prima degli spari litigavano”

Al momento il servizio dei treni metropolitani è stato sospeso. Il ferito è una donna che è stata portata in ospedale con un ginocchio ferito. Lo ha confermato il supervisore di San Francisco Myrna Melgar, il cui distretto comprende la stazione residenziale di Forest Hill. I testimoni hanno udito “tre o quattro spari dopo una accesa discussione verbale” tra il sospetto e la vittima deceduta. Il supervisore Rafael Mandelman, che rappresenta il distretto di Castro, ha detto che la vittima e il sospetto “sembravano conoscersi”.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli