Una 15enne viene investita sulle strisce pedonali, l'autista che l'ha uccisa chiede di patteggiare

15enne investita autista patteggiamento
15enne investita autista patteggiamento

Circa un anno fa a quest’ora, una ragazzina di 15 anniLarissa David – veniva investita sulle strisce pedonali da un camion. La giovane, dopo alcuni giorni di agonia, moriva all’ospedale di Bergamo. Adesso l’autista responsabile della sua morte, ha chiesto di patteggiare due anni di reclusione con la sospensione della pena.

L’autista di un camion investe una 15enne e chiede il patteggiamento: il caso

La tragedia avveniva lo scorso 11 ottobre, quando sulla strada statale 469 in via IV novembre, a Capriolo in provincia di Brescia, la 15enne è stata investita.

Larissa David, in quel momento, stava attraversando sulle strisce pedonali per recarsi alla fermata, dove avrebbe preso l’autobus diretto a scuola. L’autista del camion che trasportava latte, non notando la ragazza, l’ha travolta nel momento in cui stava andando in retromarcia.

La giovane, trascinata sull’asfalto per alcuni metri, non era stata ancora vista dall’autista. Solo in un secondo momento, si è poi accorto di quanto fosse accaduto. All’arrivo dei soccorsi, le condizioni della 15enne erano già molto gravi: trauma al cranio e al torace. Trasportata urgentemente presso l’ospedale Papa Giovanni XIII di Bergamo, veniva ricoverata nel reparto di rianimazione. Cinque giorni dopo, in seguito ad una lunga agonia, moriva.

La richiesta di patteggiamento e la posizione del pubblico ministero

L’autista, nel frattempo, era stata indagato con l’accusa di omicidio stradale. Ad oggi, invece, il pubblico ministero si è espresso favorevole alla richiesta portata avanti dai legali. Il patteggiamento proposto è di due anni di reclusione, con sospensione della pena. L’uomo, comunque, è incensurato.

Allo stato attuale si attende la decisione definitiva del giudice, l’udienza è stata fissata per la prossima settimana.