Una 26enne ridotta in fin di vita forse per una tentata rapina

·1 minuto per la lettura
Aggredita durante una passeggiata e accoltellata
Aggredita durante una passeggiata e accoltellata

Aggredita e ridotta in fin di vita dopo essere stata accoltellata forse per una tentata rapina: una 26enne di Mogliano Veneto, in provincia di Treviso, lotta fra la vita e la morte. L’aggressione è avvenuta alle 17 circa del 22 marzo e le dinamiche sono ancora confuse. Potrà chiarirle meglio un 17enne che subito dopo il crimine è stato fermato dai carabinieri sulla scorta delle indicazioni di testi del fatto. Il giovane under 18 dovrà spiegare una serie di elementi che potrebbero portare alla sua incriminazione per tentato omicidio e rapina a mano armata. I precedenti criminali di reati predatori in danno di donne nella cronaca nazionale purtroppo non mancano.

Accoltellata a Mogliano mentre fa jogging

Nello specifico era stato un gruppo di operai ad accorgersi dell’aggressione in danno della 26enne. Secondo la loro ricostruzione la giovane avrebbe subito l’aggressione ad opera di un ragazzo che passava in bicicletta. Poco dopo, messi sulla pista giusta dai testi, i militari avevano rinvenuto presunto aggressore ed arma del delitto. Il coltello infatti era stato rinvenuto poco distante dal luogo dell’aggressione.

L’arma del delitto e le indagini

Sarà quell’arma a dare le indicazioni più precise ed eventualmente a diventare “prova regina” nelle indagini che in queste ore vedono il 17enne sottoposto a fermo. Dal canto suo la vittima purtroppo versa in condizioni molto gravi in ospedale. Sul movente della brutale aggressione pare si sia dissipato ogni dubbio: si tratterebbe di una rapina finita in tragedia ma gli inquirenti stanno battendo anche altre piste per risalire alla verità. Pochi giorni fa una presunta rapina a Napoli si era rivelata un’aggressione fra condomini per futili motivi.