Una 31enne era in riva ad un lago quando un 41enne ha iniziato con gli insulti e con l'aggressione

In Germania un arresto eclatante e doveroso
In Germania un arresto eclatante e doveroso

Episodio sconcertante in Germania, dove un violento picchia una donna con un gabbiano morto, prende a calci il suo cane e tenta di scappare a nuoto. I media tedeschi spiegano che una 31enne si trovava in riva ad un lago quando un 41enne ha iniziato prima con gli insulti e poi con l’aggressione. E quell’uomo alla fine è stato arrestato dopo aver aggredito una donna picchiandola con un gabbiano morto e poi addirittura prendendo anche a calci il suo cane.

Picchia una donna con un gabbiano morto

La 31enne in questione stava facendo una cosa consueta, cioè portare il cane a correre vicino a un lago, nei pressi di Amburgo. I media spiegano che la vittima nell’occasione del crimine era con due amiche. Ad un certo punto il 41enne è sbucato fuori all’improvviso ed ha iniziato ad insultare pesantemente il terzetto di donne, poi ha iniziato a prendere a calci il  povero cane.

Mostra le parti intime, poi la fuga

Il verbale della polizia di Amburgo è chiarissimo: ad un certo punto la 31enne ha tirato fuori il cellulare per chiamare la polizia, e l’uomo si è “tirato giù i pantaloni mostrandole le parti intime”. Ma non era finita: l’aggressore ha raccolto il cadavere di un gabbiano dalle riva del lago e ha iniziato a colpire la povera donna con quello. Quando sono arrivate le pattuglie della polizia l’uomo ha cercato di scappare a nuoto ma gli agenti, con l’aiuto di un’imbarcazione dei vigili del fuoco e dell’elicottero, lo hanno braccato ed arrestato. In sede di perquisizione, addosso all’aggressore sono stati trovati due coltelli, il che significa che senza il loro intervento poteva finire molto peggio.