Una 55enne di Feltre stava percorrendo con un’amica la traccia numero 801 sotto Monte Zoccarè

L'elicottero del Suem di Pieve di Cadore
L'elicottero del Suem di Pieve di Cadore

Tragedia a Belluno dove un’escursionista inciampa su un sentiero, precipita e muore. I media territoriali spiegano che la vittima del terribile incidente, una 55enne di Feltre, stava percorrendo con un’amica la traccia numero 801 sotto Monte Zoccarè. Si tratta del sentiero che conduce dal Rifugio Dal Piaz al Rifugio Boz. Dopo aver messo un piede in fallo la donna è precipitata per una cinquantina di metri giù in una forra. A raccontare l’accaduto l’amica della 55enne che con lei stava percorrendo un tratto dell’Altavia numero 2.

Escursionista di Feltre inciampa, precipita e muore

Ad un certo punto, durante il transito sotto la cima del Monte Zoccarè Alto, verso la Val Canzoi, la donna è caduta. L’amica che si trovava con lei ha riportato ai soccorritori di averla vista inciampare e cadere di lato. Poi, vedendola ruzzolare senza controllo, ha chiamato i sanitari del Suem 118. La decisione si è dimostrata giusta quando la donna ha spiegato di non veder risalire l’amica e dopo che non aveva ricevuto risposta ai richiami.

L’arrivo dell’elicottero del Suem e il recupero

L’elicottero del Suem di Pieve di Cadore è arrivato nel quadrante ed ha individuato il luogo dell’incidente. A quel punto, con un verricello e dopo aver calato un tecnico del Soccorso alpino, il velivolo è volato alla piazzola di Soranzen a imbarcare altri tecnici di Feltre. A quel punto il team di soccorritori è arrivato nel punto dove giaceva il corpo ormai senza vita della donna, tutto questo mentre il tecnico di elisoccorso provvedeva al recupero dell’amica rimasta sul sentiero. I media locali spiegano che una volta ottenuto il nulla osta alla rimozione del magistrato di turno la salma è stata imbarellata per essere poi trasportata a Soranzen. S posto i familiari della poveretta ed i Carabinieri della territoriale. Solo pochi giorni fa un altro escursionista era precipitato per oltre 100 metri giù lungo uno strapiombo in Trentino ed era deceduto.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli