Una bambina di 1 anno rischia di annegare in casa

·1 minuto per la lettura
Montella, bimba rischia annegamento in una bacinella
Montella, bimba rischia annegamento in una bacinella

Bimba rischia l’annegamento a Montella, in provincia di Avellino. La piccola era in casa con sua madre quando è avvenuto l’incidente, per il quale ora si trova in gravi condizioni di salute presso l’ospedale San Giuseppe Moscati. Momenti di terrore in circostanze ancora da accertare.

Montella, bimba rischia annegamento

La bimba di solo 1 anno ha rischiato di annegare all’interno di una bacinella piena d’acqua, ma la dinamica dell’incidente è ora oggetto d’indagini da parte delle forze dell’ordine. La piccola è stata soccorsa nella casa dove viveva con la madre, dal personale della Misericordia e dagli operatori del 118.

L’ambulanza l’ha portata d’urgenza al nosocomio irpino, dove fortunatamente i medici sono riusciti a rianimarla, dopo momenti di grande spavento. Nonostante questo, le sue condizioni di salute erano talmente gravi che l’hanno caricata in eliambulanza con direzione ospedale Santobono, a Napoli. Qui, i pediatri si stanno prendendo cura di lei mentre lotta per la vita, tentando di salvarla.

Incidente domestico per blackout idrico?

Da una prima ricostruzione dei fatti, sembra che la mamma della bimba avesse riempito diversi contenitori con acqua. Oggi, 31 luglio 2020, diversi Comuni della provincia di Avellino stanno facendo i conti con un blackout idrico, a seguito del verificarsi di forti assorbimenti idrici. Lo hanno comunicato le rispettive amministrazioni in una nota, specificando che il disguido è dovuto al fermo di una macchina per surriscaldamento, presso la centrale di Cassano, oltre alla rottura della saracinesca di linea della centrale stessa. In 97 Comuni, dunque, niente acqua dalle 6 di mattina per circa 12 ore. Plausibile pertanto che la mamma della bimba avesse riempito le bacinelle per fare scorte.