Una diplomatica svizzera a Teheran è caduta da un edificio al diciottesimo piano

·1 minuto per la lettura

AGI - Una dipendente di alto livello dell'ambasciata svizzera a Teheran - a cui gli Usa si appoggiano per mantenere i contatti con l'Iran, dopo la rottura delle relazioni diplomatiche nel 1979 - è morta in seguito alla caduta dall'edificio nella zona settentrionale della capitale iraniana, dove viveva. Lo ha riferito ha riferito il portavoce iraniano per i Servizi d'emergenza Mojtaba Khaledi, citato dalle agenzia Isna.
 

Khaledi ha spiegato che la vittima era una diplomatica di "51 anni, di origine svizzera", di cui si è limitato a dare solo le iniziali del nome e cognome: S.B. Faceva parte del personale dell'ambasciata svizzera a Teheran ed è caduta dalla sua abitazione al 18esimo piano, ha poi aggiunto il portavoce, sottolineando che "le circostante di quanto accaduto devono essere indagate e stabilite dalle autorità competenti", ha aggiunto Khaledi.