Una donna è morta di meningite sul lago d'Iseo. È il quarto caso in un mese

È morta a 24 ore dal ricovero d'urgenza agli Spedali Civili di Brescia: il cuore di Marzia Colosio 48enne originaria di Tavernola ma residente a Predore non ha retto alla forma aggressiva di meningite. La donna è morta per sepsi da meningococco ma è ancora da verificare se sia il ceppo C dei tre precedenti casi verificatesi a Villongo sul lago d'Iseo. E' il quarto caso in un mese.

Ats e comuni del lago d'Iseo si sono attivati per avviare la profilassi per i parenti e per coloro che hanno avuto un contatto con la donna negli ultimi giorni. Il sindaco di Predore, Paolo Bertazzoli, è intervenuto chiedendo collaborazione alla popolazione: "Ho appreso in data odierna di un presunto caso di meningite che avrebbe colpito la nostra concittadina Marzia Colosio, resistente in Via Carrobbio. Invito tutta la popolazione a stringersi intorno ai suoi cari per far percepire alla famiglia la vicinanza della nostra Comunità. In ogni caso, si invitano tutti i congiunti e quanti ritengano di aver avuto contatti non sporadici con la persona colpita negli ultimi giorni, a prendere contatto con Ats Trescore al n. 035/385456, con il proprio medico di base o con la Guardia Medica al fine di concordare l'avvio immediato della profilassi antibiotica. Non appena concorderemo con Ats nuove iniziative di prevenzione, queste saranno subito comunicate alla popolazione". 

Il nostro obiettivo è quello di creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano interagire tra loro sulla base di interessi e passioni comuni. Per migliorare l’esperienza della nostra community abbiamo sospeso temporaneamente i commenti agli articoli.