Una donna neozelandese ha voluto condividere la sua disavventura alimentare dovuta ad una tossina

Volgole tossiche per una neozelandese che rischia la vita
Volgole tossiche per una neozelandese che rischia la vita

Arriva dall’altra parte del mondo la vicenda di una donna che mangia vongole raccolte in spiaggia ma quando si sveglia è completamente paralizzata. Una cittadina della Nuova Zelanda ha voluto condividere la sua disavventura alimentare dovuta ad una tossina molto particolare di cui lei, Kim Taia, non sapeva nulla.

Mangia vongole raccolte in spiaggia: paralizzata

La donna aveva raccolto delle vongole in spiaggia e le aveva mangiate, solo che dopo qualche ora era rimasta completamente paralizzata. La vittima di quell’avvelenamento è stata salvata in ospedale dopo 12 ore di paralisi, ma cosa era accaduto a Kim? La donna aveva ingerito il veleno paralizzante dei bivalvi. Si tratta di una biotossina presente in natura e secreta da una micro alga, che può contaminare i molluschi. Kim se l’è vista davvero brutta e dopo quella terribile esperienza ed il serissimo rischio per la sua salute ha voluto condividere la sua esperienza per “sensibilizzare la popolazione sui rischi di mangiare molluschi e vongole non controllati”.

La raccolta a Little Waihi e il dramma

Dopo aver raccolto e mangiato quei  bivalvi sulla spiaggia di Little Waihi Beach la donna si è svegliata intorpidita. Ha detto Kim: “La mia testa ha iniziato a intorpidirsi e mi sentivo stordita. Non riuscivo a parlare chiaramente, mi chiedevo cosa ci fosse che non andava, avevo le vertigini, ma poi ho iniziato a perdere la sensibilità alle mani e alle braccia“. Dopo un repentino peggioramento con Kim che non ce la faceva a parlare  il figlio ha chiamato immediatamente l’ambulanza. Ma come si chiama il veleno che quasi ha cagionato la morte di Kim? La saxitossina viene sintetizzata da alghe microscopiche che poi sono a loro volta filtrate da cozze e vongole. La tossina colpisce il sistema nervoso e paralizza i muscoli e può essere letale in casi severi.