Una donna ha pagato l'amante per uccidere il marito

Una donna romena di 32 anni è stata arrestata dalla polizia in Romania perché sospettata di essere coinvolta nell'omicidio del marito, un italiano di 63 anni. L'uomo era stato ucciso il 30 dicembre a calci, pugni e bastonate da due ragazzi di 22 anni poi arrestati dalle autorità locali. Sul delitto la procura di Roma ha aperto un fascicolo per omicidio volontario aggravato in concorso: secondo le indagini condotte dall'aggiunto Francesco Caporale e dal pm Eugenio Albamonte sulla base degli atti trasmessi dagli inquirenti romeni, la donna avrebbe avuto una relazione con uno dei due esecutori materiali dell'omicidio, al quale avrebbe anche pagato 500 commettere il delitto.