Una donna spagnola diventa oggetto di analisi ad un congresso europeo sul coronavirus

·1 minuto per la lettura
Uno "strano" caso di doppio contagio virale
Uno "strano" caso di doppio contagio virale

Dalla Spagna arriva un caso di doppio contagio Covid, con una 31enne che dopo 20 giorni di Delta contrae anche la variante Omicron. Lo strano caso della donna spagnola è perciò diventato oggetto di analisi ad un congresso europeo sul coronavirus.

Lo strano caso di doppio contagio Covid

La paziente risultava vaccinata con booster contro Covid ma al tempo stesso è risultata positiva alla variante Omicron di Sars-CoV-2 appena 20 giorni dopo aver avuto l’infezione da Delta. I ricercatori che hanno descritto il suo caso hanno parlato dell’intervallo “più breve finora conosciuto fra due infezioni Covid.” La donna che suo malgrado è stata protagonista del doppio contagio record è un’operatrice sanitaria e di lei si è parlato negli atti intorduttivi del Congresso europeo di microbiologia clinica e malattie infettive.

A Lisbona in programma lo studio del caso

Il summit Eccmid 2022 è in programma a Lisbona in Portogallo dal 23 al 26 aprile. La paziente ha contratto Covid due volte in 3 settimane. In un primo frangente è risultata positiva il 20 dicembre 2021, a un test Pcr durante lo screening del personale. La donna aveva ricevuto il richiamo vaccinale 12 giorni prima ed era asintomatica. Poi, il 10 gennaio 2022, appena 20 giorni dopo essere risultata positiva per la prima volta, ha sviluppato tosse, febbre, malessere generale. Ha eseguito un altro test Pcr. Anche questo era positivo e lo era alla variante Omicron.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli