Una famiglia di 9 persone si suicida a causa dei debiti: tragedia in India

Ospedale indiano
Ospedale indiano

Una tragedia ha colpito il distretto Sangli del Maharashtra, in India, dove 9 membri di una famiglia si sono suicidati a causa dei debiti. Gli strozzini non gli davano pace ed hanno deciso di morire tutti insieme. Per togliersi la vita hanno utilizzato il veleno.

India, famiglia di 9 persone si suicida a causa dei debiti: chi sono le le vittime?

Varie fasce d’età, dai 15 ai 72 anni. Ecco chi sono le vittime di questo suicidio di massa. I primi corpi ad essere ritrovati sono quelli di Popat Yallapa Vanmore, 52 anni, e di Manik Yallapa Vanmore, 49 anni. Gli altri sette cadaveri identificati dalle forze dell’ordine indiane sono: Sangeeta Popat Vanmore, 48, Archana Popat Vanmore, 30, Shubham Popat Vanmore, 28, Rekha Manik Vanmore, 45, Aditya Manik Vanmore, 15, Anita Manik Vanmore, 28 e Akkatai Vanmore, 72.

Le indagini della polizia

Su questa tragedia sta indagando la polizia indiana che oltre ad aver arrestato 15 persone ne sta cercando altre 10. Il bilancio degli strozzini, quindi, sale ad almeno 25 stando a quanto riportato da Fanpage che cita l’Indian Express. Il reato commesso dagli usurai è stato quello di aver prestato dei soldi alla famiglia e poi averli pretesi con minacce e molestie ripetute e pubbliche.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli