Una giornalista di una tv vicentina ha offeso un baby tifoso del Cosenza

no credit

AGI - E' polemica per quando accaduto in diretta nell'emittente vicentina Tva Vicenza al termine del match tra Cosenza e Vicenza del 20 maggio scorso, partita che ha sancito di fatto la retrocessione dei biancorossi in Serie C. La conduttrice Sara Pinna ad un bimbo che al microfono dell'inviato aveva detto, su suggerimento del padre, "Lupi si nasce" ha risposto "E gatti si diventa non ti preoccupare che poi venite anche voi qui in Pianura a cercare lavoro". Un intervento che ha scatenato una bufera sui social dove la conduttrice è stata accusata di razzismo. Per il momento non ci sono state reazioni da parte dell'emittente televisiva o della conduttrice.

"Il video della trasmissione è stato acquisito stamattina e verrà trasmesso, nei prossimi giorni, ai Consigli di Disciplina Territoriali, che istruiranno le pratiche", comunica l'Ordine dei Giornalisti del Veneto. L'Odg "richiama al rispetto della carta deontologica, in particolare alla tutela della dignità delle persone, alla tutela del diritto alla non discriminazione e ai doveri in tema di informazione sportiva, che condannano gli atteggiamenti minacciosi, scorretti, razzistici" ha poi ricordato.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli