Una gita si è trasformata in una tragedia, con la giovane deceduta dopo 3 giorni di agonia

ribalta pedalò muore ragazza

Esce con la sua famiglia in pedalò per fare un giro sulla parte destra della Foce del Lago Patria, tra Giugliano e Castel Volturno, tra le province di Napoli e Caserta, ma il mezzo si ribalta e una ragazza di 13 anni che si trovava a bordo muore dopo 3 giorni di agonia. È questa purtroppo la notizia che arriva all’ospedale Santobono di Napoli dove era stata ricoverata la 13enne dopo l’incidente. Ancora non sarebbero chiari i motivi per i quali il pedalò si è ribaltato. La ragazza si trovava insieme a 5 famigliari che sono finiti tutti in acqua, e lei, trascinata dalla corrente, ha rischiato di annegare.

Si ribalta il pedalò: muore ragazza di 13 anni

Il primo intervento dopo il ribaltamento del pedalò è stato di uno dei bagnini che si trovava a riva che ha praticato le manovre di rianimazione sulla 13enne che nel frattempo aveva perso i sensi. In seguito, con l’arrivo dei sanitari del 118, la ragazza è stata trasportata d’urgenza al Pronto Soccorso della Clinica Pineta Grande di Castel Volturno, dove le sue condizioni di salute sono apparse subito disperate.

Il quadro clinico molto critico ha imposto un altro trasferimento al Santobono, ospedale di Napoli specializzato in Pediatria, dove purtroppo la 13enne è morta dopo tre giorni di sofferenza. Gli uomini della Capitaneria di Porto di Castel Volturno e quelli della Capitaneria di Porto di Pozzuoli stanno cercando di far luce sulla vicenda avvenuta sul Lago Patria, cercando soprattutto di determinare l’esatta dinamica dell’incidente ed accertare eventuali responsabilità in merito.

Il nostro obiettivo è quello di creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano interagire tra loro sulla base di interessi e passioni comuni. Per migliorare l’esperienza della nostra community abbiamo sospeso temporaneamente i commenti agli articoli.