Una “lite social” con il deputato Bazzarro scatena la reazione del virologo contro la supporter

Il tweet incriminato di Burioni
Il tweet incriminato di Burioni

Polemica su Roberto Burioni, accusato di bodyshaming per un tweet su una simpatizzante del suo avversario leghista che avrebbe mandato un endorsement social al parlamentare con cui il virologo stava incrociando le lame sul tema del ritorno delle mascherine anti Covid. Insomma, una “lite social” con il deputato della Lega Alex Bazzarro scatena la reazione del virologo contro la supporter che ad un certo punto si è inserita nella discussione proclamando la sua fiducia nei confronti del deputato. Da quel momento in poi sono partite le polemiche perché il contro-tweet di Burioni con una laconica parola sottintenderebbe che la “sintonia” fra la ragazza e il personaggio della Lega sia comprensibile nella misura in cui, secondo il post maieutico di Burioni, lo dimostrano le fattezze della ragazza di cui il virologo ha postato a foto profilo.

Burioni accusato di bodyshiming per un tweet

Alcuni media hanno ripreso la notizia spiegando che il virologo avrebbe “insultato e messo alla berlina per il suo aspetto fisico una giovane ragazza che era intervenuta proprio in sostegno di Bazzaro”. Tutta colpa di un tweet. Il tweet del deputato leghista Bazzaro sull’ipotesi di un ritorno delle mascherine era questo: “Il cencio non serve a nulla e i lockdown non cadono dal cielo. Li impone qualcuno”.

Il duello con Bazzarro e il tweet della ragazza

Burioni non ci sta e replica, chiedendosi come possa un “irresponsabile ignorante olimpionico”, come Bazzaro “militare nello stesso partito di persone per bene come (per citarne due, ma sono di più) Zaia e Fedriga”. A quel punto la ragazza interviene e si dice invece “orgogliosa che nella Lega ci siano persone come Alex Bazzaro”. Burioni gradisce poco e replica con un laconico “capisco”. Lo fa postando la foto del profilo della ragazza, secondo chi lo accusa e secondo una obiettiva sequenza logica “per evidenziarne i difetti e i problemi fisici”, lasciando intendere cioè che una persona così non può che stare dalla parte di Bazzarro, su cui lui aveva già espresso un giudizio poco lusinghiero.

Qui sotto potete recuperare il tweet della discordia che ha fatto schizzare in vetta ai TT italiani su Twitter le parole “Burioni” e “bodyshaming”.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli