Una nave in fiamme è entrata nel porto di Brindisi

no credit

AGI - È arrivata nel porto di Brindisi la nave portacontanier 'Cerus', battente bandiera Saint Kitts e Nevis, soccorsa dalla Guardia costiera e dai Vigili del fuoco italiani dopo l'incendio divampato nella serata di venerdì. Il rogo e' sotto controllo, le condizioni delle 23 persone dell'equipaggio risultano buone e non sono state segnalate conseguenze per l'ambiente marino, controllato dall'alto con immagini satellitari e aerei Guardia costiera.

Il Centro operativo nazionale della Guardia costiera di Roma ha ricevuto dal Centro croato di Rijeka notizia dell'incendio a bordo della nave partita da Capodistria e diretta a Misurata. Al momento della segnalazione la nave si trovava a 14 miglia da Vieste.

Il Centro operativo di Roma ha tenuto d'occhio la 'Cerus' e ha emanato avvisi urgenti ai naviganti in transito, ha allertato la Sala operativa del Comando regionale della Guardia costiera di Bari che ha assunto il coordinamento delle operazioni di soccorso. Immediato l'invio in area della motovedetta CP820 di Vieste.

La Sala operativa di Bari, poi, in accordo con il personale dei Vigili del fuoco per la gestione dell'incendio a bordo, ha disposto che l'unita nave facesse rotta verso il porto di Brindisi, affiancata dalle motovedette dei Comandi della Guardia costiera di Vieste, Barletta, Monopoli, Bari e Brindisi che si sono avvicendate, oltre che da imbarcazioni degli stessi Vigili del fuoco.

A Brindisi l'incendio sarà spento e la navce, prima di riprendere il mare, sarà ispezionata da ispettori della Guardia costiera, specializzati in sicurezza della navigazione, "per la verifica della sussistenza di tutti i requisiti di sicurezza e tutela ambientale".