Una nuova truffa si aggira via Sms e rischia di svuotare i conti corrente

·2 minuto per la lettura
Sms truffa, pacco bloccato
Sms truffa, pacco bloccato

Con l’apparente motivazione di una comunicazione relativa ad un pacco da consegnare, rimasto bloccato nel magazzino di alcune delle più importanti aziende di logistica, alcuni malintenzionati riescono a svuotare il conto corrente del destinatario dell’Sms. In quest’articolo vi forniremo alcune informazioni utili a comprendere come difendersi da questa nuova truffa che circola via sms.

La truffa del pacco via Sms

Un Sms dal contenuto “Il tuo pacco è stato bloccato, segui le istruzioni” è destinato a svuotare il conto corrente del destinatario che l’ha ricevuto, se questo non segue alcuni semplici accorgimenti e si difende da quella che è la nuova truffa che si aggira tra gli smartphone.

Complice la pandemia e l’incremento delle consegne di merce acquistata online tramite i famosi pacchi, spediti e consegnati da noti corrieri, alcuni malviventi hanno messo a punto una truffa destinata a intrappolare numerose potenziali vittime.

La truffa del pacco via Sms: come funziona?

I truffatori che hanno messo a punto la nuova trappola relativa ad un Sms che comunica al destinatario del messaggio, che c’è un pacco in giacenza nel magazzino dell’azienda logistica, in attesa di essere sbloccato, si spacciano appunto per importanti aziende logistiche come ad esempio UPS o BRT.

All’interno dell’Sms è contenuto oltre al testo del messaggio, indicato precedentemente, un link di riferimento su cui è necessario recarsi secondo quanto indicato dal mittente, per sbloccare la spedizione e dunque l’invio del pacco, che secondo quanto scritto risulta bloccato. Il sito in questione è di fatto molto realistico e apparentemente uguale a quello reale dell’azienda logistica in questione, ma in realtà è un sito che è stato creato dai truffatori ad immagine e somiglianza di quelli ufficiali.

La truffa del pacco via Sms: cosa si rischia e come difendersi?

Cliccando il link contenuto nel messaggio in questione, se si forniscono i propri dati personali, convinti del fatto che quel sito è realmente quello ufficiale del corriere, si rischia di subire il furto di numerosi dati sensibili come ad esempio quelli relativi ai conti corrente oppure alle carte di credito.

Come difendersi dunque da questa truffa? Innanzitutto è necessario non accedere mai al link inviato via Sms, in modo da non rischiare di subire il furto dei dati, in seguito è consigliabile contattare l’azienda logistica citata nel messaggio ed eventualmente segnalare l’accaduto.

Se l’episodio in questione dovesse creare altri problemi, il consiglio è quello di rivolgersi alla Polizia Postale, in modo da segnalare efficacemente la potenziale frode ed evitare che altre persone possano essere coinvolte nella ricezione di questo Sms dal contenuto falso.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli