Una palina per Fantozzi. Roma omaggia la sua Via Crucis di utente Atac

·1 minuto per la lettura
Una foto di scena tratta da ''Fantozzi''. ANSA/ WEB (Photo: http:ANSA)
Una foto di scena tratta da ''Fantozzi''. ANSA/ WEB (Photo: http:ANSA)

Fantozzi, post-mortem, conquista infine la toponomastica capitolina, è un omaggio della municipalità alla sua Via Crucis di utente Atac; i “mezzi”, così come amano prosaicamente dire a Roma. Prima, però, la notizia: “Una palina con targa per ricordare lo sforzo di Ugo Fantozzi nel tentativo di prendere al volo l’autobus”. Già detto, è l’omaggio che Roma consegna al personaggio creato da Paolo Villaggio a quattro anni dalla sua scomparsa e addirittura 50 dalla pubblicazione del romanzo bestseller, ovunque tradotto. Sarà collocata vicino all’abitazione sulla Tangenziale Est, utilizzata come luogo per il film del 1975 diretto da Luciano Salce. “All’epoca il tratto di soprelevata era appena stato realizzato e non ancora aperto al pubblico. La palina celebrativa sarà realizzata in materiale di ghisa con alcuni dialoghi presenti nel film tra Fantozzi e la moglie e sarà posizionata nelle prossime settimane lungo uno dei marciapiedi in viale Castrense, a pochi metri dal balcone”, leggiamo ancora.

Il tragicomico e insieme straziante modo in cui Fantozzi raggiunge l’ufficio, diciamo pure la scena, è fisso nella memoria, nelle nostre pupille collettive, al pari della scalinata dell’altrove bistrattata e vilipesa “Corazzata Potëmkin”, anzi, Cotionkin, nella pronuncia del ragioniere.

Fantozzi, butta se stesso, si lascia andare giù dalla finestra, dimostrazione plastica della sua Via Crucis di impiegato, l’obiettivo è centrare il bus che lo porterà, appunto, al giogo di una modesta scrivania. L’edificio aziendale che lo attende (sede della Regione Lazio, nel mondo reale), sia detto per completezza, è in via Cristoforo Colombo. Lì, al pianterreno, la sua dignità troverà un nuovo supplizio: c’è infatti da inchinarsi davanti alla statua della madre del m...

Questo articolo è originariamente apparso su L'HuffPost ed è stato aggiornato.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli