Una "Palma d'onore" a Bellocchio. Piergiorgio, anima dei "Quaderni Piacentini"

·1 minuto per la lettura
Hp (Photo: Hp)
Hp (Photo: Hp)

Mentre Cannes celebra Marco Bellocchio e il suo film familiare “Marx può aspettare”, io vorrei qui tessere l’elogio di un altro Bellocchio, Piergiorgio. Piergiorgio Bellocchio è stato il fondatore dei “Quaderni Piacentini”, l’anima, il coordinatore (assieme a una straordinaria lettrice che molto ci manca, Grazia Cherchi) di una delle più brillanti, stimolanti, poliedriche, pungenti riviste nate e cresciute negli anni Sessanta e attorno al clima effervescente del ’68. L’epoca delle riviste (altre due che mi piace ricordare sono “Giovane critica”, animata da Giampiero Mughini, e la tuttora misconosciuta “Tempo Presente” di Ignazio Silone e Nicola Chiaromonte) è quasi scomparsa, ma le riviste come quella fondata da Bellocchio erano delle perle di saggismo elegante, di vivace e irriverente polemica culturale, di fecondo incrocio di cultura e politica, di scontro appassionato e franco tra idee diverse, un arsenale di spunti di quella civiltà della discussione di cui oggi si sono perdute le tracce, soppiantata da un’isteria rissosa e greve che disprezza il dissenso e non tollera diversità di opinioni.

Inutile fare l’elenco sterminato dei prestigiosi collaboratori dei “Piacenti Quadernini”, come qualche antipatizzante li aveva ribattezzati. Mi piace però qui ricordare Federico Stame, un elegante notaio armato di letture sconosciute a noi che ci accostavamo ai suoi scritti e l’unico neo, la rubrica di Goffredo Fofi sui film da “non vedere”, perché io, molto giovane allora, me li volevo divorare tutti, senza accettare liste di proscrizione. Passione fortissima, quella per le riviste, quella di Piergiorgio Bellocchio, che addirittura negli anni Ottanta è sfociate in una rivista “personale” assieme ad Alfonso Berardinelli. Eterna gratitudine a Bellocchio. Piergiorgio, che merita anche lui, come suo fratello Marco, una “Palma d’onore”.

Questo articolo è originariamente apparso su L'HuffPost ed è stato aggiornato.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli