Una quarta persona è in ospedale dopo quello che pare essere stato un avvelenamento di gruppo

Un'immagine del Bahamas Sandals
Un'immagine del Bahamas Sandals

Tre turisti morti in un resort di lusso alle Bahamas, è giallo si quei decessi misteriosi e le indagini punterebbero anche di una sostanza tossica uscita da un condizionatore difettoso. Una quarta persona, una donna, è stata ricoverata prima in un ospedale dell’isola e poi trasferita in Florida dopo quello che pare essere stato un avvelenamento di gruppo. Il dato empirico è che tre cittadini statunitensi sono stati trovati morti al Bahamas Sandals. I media spiegano che primo ministro ad interim Chester Cooper ha affermato che i corpi senza vita di due uomini e una donna si trovavano nel resort di Emerald Bay, alle Bahamas.

Tre turisti morti alle Bahamas, è mistero

La donna sopravvissuta invece era stata trasportata in aereo al Princess Margaret Hospital. Secondo quanto riferito dalla polizia sulle indagini avviate un primo comunicato parlava si di “morte improvvisa” dei tre americani ma ammetteva che la causa di quei decessi non era affatto chiara. Dal canto suo il ministro della Salute, Michael Darville, aveva detto nella giornata di sabato 7 maggio a Eyewitness News Bahamas che alcuni ospiti del resort giovedì si sono presentati in ospedale con nausea e vomito. I quattro poi erano stati curati e dimessi ma tre erano stati poi trovati senza vita.

Il tweet della polizia e la pista del freon

La Royal Bahamas Police Force ha diffuso una nota su Twitter: “In una camera da letto di una villa è stato trovato un uomo sdraiato a terra che non rispondeva alle sollecitazioni, un esame approfondito sul corpo ha mostrato che non c’erano segni di traumi. Il medico legale ha successivamente dichiarato la morte”. In queste ultime ore i media e fonti non ufficiali starebbero attribuendo quelle morti ad un condizionatore difettoso che avrebbe perso liquido refrigerante tossico, del freon condensato in pratica, che potrebbe aver ucciso tre americani nelle loro ville. Si, ma come?

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli