Una ragazza è stata sbranata da un branco di cani randagi in Calabria

·1 minuto per la lettura

AGI - Una ragazza di 20 anni è stata sbranata da un branco di cani randagi mentre passeggiava con il fidanzato. La tragedia è avvenuta a Satriano, centro della costa ionica Catanzarese.

La vittima si chiama Simona Cavallaro, figlia di un gioielliere di Soverato (Cz). Secondo la ricostruzione dei carabinieri, i due giovani si erano recato nell'area per individuare un posto dove effettuare un pic-nic domenica prossima. Improvvisamente sono stati attaccati dai cani e hanno provato a fuggire. Nella fuga, il ragazzo sarebbe riuscito a chiudersi in un casolare abbandonato, perdendo però di vista la ventenne. A quel punto, avrebbe dato immediatamente l'allarme, ma all'arrivo dei carabinieri la ragazza era già morta per le gravi ferite riportate nell'aggressione.

Sono in corso le operazioni per accalappiare i cani coinvolti nell'aggressione ed evitare ulteriori conseguenze.

Simona aveva un fratello gemello. Il padre, Alfio, titolare di una nota gioielleria sul corso della cittadina, è assai noto per la sua attività commerciale. La notizia della tragedia si è subito diffusa sui social fra amici e conoscenti della famiglia che hanno manifestato il loro dolore per quanto è accaduto, invitando alla preghiera. A Soverato sono in molti a ricordare la ragazza che studiava, ma era spesso nel negozio dei genitori. 

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli