Una ragazzina è passata direttamente dal ristorante al pronto soccorso dopo aver scelto 32 pietanze

·1 minuto per la lettura
Troppo cibo orientale ed un teen ager Usa si sente male
Troppo cibo orientale ed un teen ager Usa si sente male

Arriva dagli Usa la vicenda di una ragazzina che dopo una scorpacciata clamorosa all’all you can eat, si sente male e finisce in ospedale: la teen ager Danielle Shap è passata direttamente dal ristorante al pronto soccorso dopo aver scelto e mangiato addirittura 32 pietanze.

La scorpacciata di Danielle finisce male e in ospedale: la formula che a volte spinge ad esagerare

Lo ha fatto approfittando della formula nota e ormai molto in voga anche in Italia, quella significata appunto dalla frase all you can eat, “tutto ciò che puoi mangiare”: si paga un prezzo fisso e fin quando stomaco e condizioni di salute consentono si mangia. I ristoranti, per lo più orientali, recuperano poi somme applicando un sovrapprezzo per i piatti ordinati per ingordigia ma poi non terminati e un piccolo ma costante upgrade all’acqua, che è a parte.

Portate con 32 varietà: finisce male e dopo quella scorpacciata va in ospedale

E quella formula Danielle Shap l’ha voluta interpretare alla lettera: zuppa di miso, ravioli al vapore, peperoncini ripieni, dragon roll, snow roll, California roll, wakame roll e per finire edamame, per un totale di 32 piatti. A fine pasto si è anche nascosta un ultimo uramaki nel tovagliolino, probabilmente per evitare che finisse nel novero dei cibi da pagare perché non consumati.

Finisce su TikTok la scorpacciata andata male e culminata con il ricovero in ospedale

Sta di fatto che la giovane poco dopo si è sentita malissimo ed è stata costretta ad un ricovero in ospedale, da cui ha postato su TikTok la sua disavventura culinaria chiosando la storia con un laconico “Il sushi all-you-can-eat è andato male. Vi starete probabilmente chiedendo come mai sono finita in questa situazione“. Ecco, ora lo sappiamo.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli