Una settimana di temporali e afa

webinfo@adnkronos.com

La settimana alla porte si preannuncia altalenante tra fasi soleggiate e scorribande temporalesche. Il vasto campo di alta pressione ben presente sul nostro Paese verrà più volte scalfito da correnti più umide e instabili di origine Atlantica in grado di innescare veloci break temporaleschi con il rischio concreto di fenomeni localmente molto intensi.

Stando agli esperti di 'ilMeteo.it', lunedì 5 agosto è attesa una bellissima giornata tipicamente estiva con tanto sole da Nord a Sud e temperature leggermente oltre le medie attese in questo periodo specie nei valori massimi con punte diffusamente oltre i 30-32°C. Già da martedì, però, i primi temporali si faranno via via più insistenti sull'arco alpino, segno inequivocabile del cedimento del bordo settentrionale dell'alta pressione.

Infatti, nel corso di mercoledì 7, una sventagliata temporalesca investirà buona parte delle regioni di Nord Ovest con la possibilità di nubifragi e forti colpi di vento specie tra Piemonte e Lombardia. Il peggioramento poi si estenderà tra la notte e le prime ore di giovedì anche al resto del Nord portando rovesci intensi anche in Trentino Alto Adige, Veneto, parte dell'Emilia Romagna, e Friuli Venezia Giulia. Qualche isolato temporale raggiungerà anche la Liguria e l'alta Toscana.

LEGGI ANCHE - Il vento di scirocco alimenta le fiamme nel Palermitano, il presidente Musumeci sbotta

L'ingresso improvviso di aria fresca in quota e la tanta energia potenziale in gioco nei bassi strati dell'atmosfera (calore diurno, alti tassi di umidità)potrebbe provocare fenomeni particolarmente violenti come grandinate e raffiche di vento. Buone notizie potrebbero arrivare tuttavia nel weekend quando l'alta pressione di origine africana dovrebbe rimontare su tutta l'Italia, garantendo maggior stabilità e soprattutto temperature in deciso aumento, specie al Centro Sud