Una sposa costretta alle nozze con le minacce ha ottenuto una sentenza favorevole in Italia

Annullato un matrimonio combinato
Annullato un matrimonio combinato

Nuovo “caso Saman” evitato e matrimonio combinato annullato, con una sposa costretta alle nozze in India con le minacce che ha ottenuto una sentenza favorevole in Italia. Il Tribunale di Modena ha resettato le nozze di una sposa costretta ad unirsi all’uomo sotto gravi minacce ricevute dalla propria famiglia. Il matrimonio era stato celebrato in India nel 2017.

Come Saman, matrimonio combinato annullato

Tuttavia, come previsto dal nostro codice civile, il giudice di Modena ha verificato in punto di Diritto che ad uno dei due coniugi il consenso è stato estorto con violenza. La 29enne di origini indiane che vive nella Bassa e che aveva adito la giustizia ha ottenuto una sentenza firmata dal giudice Eugenio Bolondi che ha accolto le ragioni in delega dell’avvocato Davide Ascari. Attenzione, le potenziali similitudini con il caso Saman Abbas c’erano tutte e il memento della giovane pachistana scomparsa nelle campagne della vicinissima Reggio Emilia e destinata ad un’altra unione imposta dalle famiglie è ancora forte.

La 29enne frequentava un’altra persona

Il caso parallelo della  29enne che frequentava un’altra persona ma che era già sposa in India ha fatto scuola e prevenzione. La donna aveva registrato e prodotto le minacce. Ha detto l’avvocato Ascari:  “Sì, è vero, ci sono tante similitudini con il caso Saman, ma questa volta siamo intervenuti in tempo. E anche i genitori, dopo diversi anni, qualche passo indietro lo hanno fatto. Oggi vivono in Germania e lei, la figlia, potrà finalmente unirsi con il giovane, di origini indiane, che ha conosciuto qui a Modena”.