Una squadra di degustatrici tutta al femminile dal Kenya per i World Blind Tasting Championships

(Adnkronos) - In bilico tra curiosità e rivalsa, favola e realtà, c’è la vicenda di quattro ragazze keniote che sognano di scrivere una pagina di storia e vincere i World Blind Tasting Championships in programma il prossimo ottobre a Aÿ, in Champagne, presso la maison Ayala.

Le “Sisters In Wine” sono Adero Ochola, Soraiya Ladak, Melissa Mwende, Beverly Mbaika e la coach Victoria Mulu-Munywoki.

Nel passato delle concorrenti non sempre c’è stato il vino, Soraiya Ladak per esempio ha raccontato: “è stato il vino a trovarmi. Facevo tutt’altro, lavoravo per le Nazioni Unite, poi dopo una gravindanza il mio palato e il mio naso si sono affinati e mi sono stati utili nella mia scoperta del vino. Mi sono licenziata e dedicata completamente al vino”, e oggi dirige il Wine Shop di Nairobi.

L’allenatrice Victoria Mulu-Munywoki ha raccontato: “Per lo più abbiamo avuto l'infanzia tradizionale delle ragazze africane che avrebbero dovuto interpretare molti ruoli mentre i nostri fratelli tenevano i piedi per terra... Ma andare al mercato e cucinare ci ha affinato i sensi. Siamo anche abituate a faticare di più per ottenere qualcosa”.

E le fatiche per le concorrenti africane non sono ancora finite, non bastano una prestigiosa competizione enologica, la provenienza dalla nazione che nessuno si aspetterebbe di veder partecipare e non certo famosa per la produzione vitivinicola - anche se è il primo mercato per l’esportazione dei vini del Sud Africa -, un team formato da sole donne in un mondo ancora fortemente caratterizzato da presenze maschili, a tutto questo si aggiungono i costi da sostenere. Solamente le spese di due dei quattro biglietti aerei necessari per giungere in Francia sono infatti coperte dagli sponsor.

Per questo il team del Kenya ha lanciato un fundraising aperto a chiunque voglia contribuire a sostenere le spese del viaggio.

Adnkronos - Vendemmie