Una studentessa parla del suicidio di Cloe Bianco

Cloe Bianco
Cloe Bianco

Una ex alunna di Cloe Bianco, professoressa morta suicida, ha parlato ai microfoni di Fanpage.it, spiegando che l’insegnante durante i colloqui veniva derisa dai genitori degli alunni.

Suicidio di Cloe Bianco, una studentessa: “Era derisa dai genitori ai colloqui”

Sara Mazzonetto, 21enne ex alunna di Cloe Bianco, ha voluto parlare del suicidio su Fanpage.it, per “restituire giustizia a una grande donna“. “Tutti dicevano che si vestiva in maniera provocante, ma non è mai stato così, non portava le minigonne in classe, era una donna che rispettava il luogo in cui si trovava: indossava gonne lunghe con sopra un cardigan degli anni venti proprio perché non voleva mostrare il fianco ad attacchi retrogradi” ha spiegato la studentessa. “Era una persona buonissima Cloe, non aveva un briciolo di rabbia dentro di lei. È sempre stata solare, faceva finta che non stesse succedendo niente anche quando in strada correvano per cercare di farle foto di nascosto da dietro. Non so se ci rendiamo conto cosa ha dovuto vivere questa persona” ha aggiunto la ragazza. Sara ha un bel ricordo di Cloe Bianco, l’ha descritta come una donna buona, vittima di un pregiudizio, e ha attaccato i genitori dei suoi compagni, che la prendevano spesso in giro durante i colloqui.

Le parole dell’ex alunna

Molti professori ci dicevano che era normale, ma altri affermavano che Cloe aveva rovinato la scuola, che i giornalisti appostati all’entrata avrebbero fatto una cattiva pubblicità all’istituto e così via” ha spiegato la studentessa, aggiungendo che anche dopo la sua morte la cosa più importante è stata quella di dire che era stato trovato il corpo carbonizzato del professore che si faceva chiamare Cloe. “Lei prima di morire ha fatto un testamento preoccupandosi di scrivere che dopo la sua morte avrebbe voluto essere rispettata come donna. Quello era il suo pensiero post-morte. E tutti a scrivere e a commentare i fatti del 2015, sul com’era vestita, se l’era cercata, l’ha voluto lei, ma stiamo scherzando?” ha dichiarato l’ex alunna. “Cloe Bianco era una donna buona, competente, di un’innocenza disarmante. Era una donna normalissima, vestita in maniera normalissima, nessuna provocazione. Qui è morta una donna uccisa dalla società. Punto” ha aggiunto la studentessa.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli