Una svastica sulla casa in Fiuli di donna deportata a Auschwitz

Cro/Ska

Roma, 8 feb. (askanews) - Una svastica è stata disegnata sulla casa a San Daniele del Friuli dove visse Arianna Szorenyi, che nel 1944 fu deportata nel campo di sterminio di Auschwitz.

Il presidente della Regione ha manifesta la propria vicinanza ad Arianna Szorenyi, "vittima di un grave episodio di intimidazione e intolleranza a sfondo antisemita", si legge in una nota. 

Oltre ad auspicare l'immediata individuazione dei responsabili, l'Esecutivo regionale esprime il proprio vivo rammarico per un gesto che ferisce nel profondo una comunità come quella del Friuli Venezia Giulia, già duramente messa alla prova dai tragici eventi del Novecento, che non avverte alcun bisogno di ulteriori momenti di divisione.