"Una tassa del 20% sulle successioni sopra i 5 milioni di euro". La proposta di Letta

·1 minuto per la lettura

AGI - Sulla proposta di prelievo per i giovani “c'è stato un piccolo cortocircuito mediatico. Già oggi, la tassa di successione è in misura minima sopra il milione e sopra i cinque. L'aumento che vorrei fare è il passaggio dal quattro al 20 per cento per la parte eccedente i cinque milioni. Credo che nessuno di chi ci sta ascoltando sia toccato, a meno che non ci stiano ascoltando Agnelli, Benetton o Berlusconi...”. Lo ha detto il segretario del Pd, Enrico Letta, a Porta a porta.

“Il tema chiave è che il nostro paese sta vivendo un ritorno all'economia sommersa impressionante", aggiunge il segretario. "Si preferisce prendere il reddito di cittadinanza e lavorare in nero. Questa è una cosa insopportabile, perché il reddito di cittadinanza è una cosa giusta se finalizzato a chi ha veramente bisogno, ma se diventa una cosa generalizzata perché si fa il lavoro nero, non funziona”.