Una vasta operazione dei Carabinieri setaccia tre aree e smaschera oltre 1200 di “furbetti”

·1 minuto per la lettura
Carabinieri a caccia di "furbetti del RdC"
Carabinieri a caccia di "furbetti del RdC"

Reddito di cittadinanza, a Napoli e provincia sono stati percepiti 6 milioni di euro indebitamente in 5 mesi. Sono le somme di una vasta operazione dei Carabinieri del Comando Provinciale di Napoli e di quelli del Comando Ispettorato del Lavoro che ha setacciato tre aree e smascherato oltre 1200 di “furbetti” grazie anche alla collaborazione con il personale Inps. Le indagini sono state condotte da novembre del 2021 ad aprile del 2022 e in questi 5 mesi la somma di percezione indebita accertata è stata di 6.557.931,86 euro.

Reddito di cittadinanza, 6 milioni truffati

Sono stati poi 1.204 che, secondo i Carabinieri, percepivano l’indennizzo senza requisiti. L’anno scorso fu peggio, con 2.441 “furbetti”. I militari hanno suddiviso il territorio in tre macro aree: Napoli città inclusi i Campi Flegrei e le isole di Ischia e Procida, poi l’area Nord (il Giuglianese, compreso il litorale, l’area del Nolano, Marano, Casoria e comuni limitrofi) e infine l’area Sud (zona Vesuviana e la Penisola Sorrentina). Peggio di tutti la città di Marano, dove risiede ben un terzo dei furbetti scoperti.

Marano e Napoli centro maglie nere

Nella fattispecie, 125 persone percepivano indebitamente il reddito di cittadinanza a Marano: di esse 101 hanno precedenti penali e per un totale di 2.789.602,62 di euro percepiti illecitamente. E Napoli città? Il maggior numero dei furbetti è stato individuato nelle Municipalità 1 e 2, che comprendono essenzialmente Chiaia e il centro. Ecco le cifre: 160 persone segnalate e un totale di 916.520,43 euro di reddito di cittadinanza percepiti indebitamente.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli