Undicenne scappa di casa a Terni. Polizia lo riconsegna a genitori

Gci

Roma, 25 ott. (askanews) - Storia a lieto fine ieri per un ragazzo di 11 anni che da Terni, dove abita con la sua famiglia, è scappato prendendo il treno per raggiungere la capitale. Motivo del gesto: i brutti voti presi a scuola.

Mentre passeggiava lungo via Veneto, l'adolescente, è stato notato dal personale del commissariato Castro Pretorio, impegnato in servizio di vigilanza presso l'Ambasciata americana. Gli agenti, incuriositi dal vedere un bambino così giovane camminare da solo e, notando la sua aria smarrita, lo hanno avvicinato per assicurarsi che tutto andasse bene. L'11enne ha, quindi, spiegato ai poliziotti perché si trovasse lì ed il luogo dal quale proveniva, raccontando poi che si era allontanato dalla propria abitazione.

La sala operativa della Questura di Roma, contattata immediatamente dagli agenti, ha confermato loro che risultava una nota di scomparsa a carico del minore. Il ragazzo è stato quindi accompagnato al commissariato Trevi Campo Marzio dove, una volta giunto il genitore, nel frattempo avvisato del ritrovamento del figlio, gli è stato riaffidato.