Ungheria, 70 giornalisti si dimettono da Index per "interferenza" -3-

Sim
·1 minuto per la lettura

Roma, 25 lug. (askanews) - Poco dopo l'annuncio delle dimissioni, lo stesso sito ha pubblicato le immagini dei manifestanti scesi in piazza a Budapest. Timori per l'indipendenza del sito erano emersi dopo l'acquisto da parte di un imprenditore vicino a Orban, Miklos Vaszily, del 50% delle azioni dell'azienda che controlla pubblicit e ricavi di Index. L'imprenditore gi editore dell'emittente filo-governativa TV2 ed ritenuto l'artefice dello schieramento a favore del governo di un altro sito ungherese, Origo. Il mese scorso, lo stesso direttore Dull aveva denunciato forte "pressione esterna", affermando che la redazione del sito era "in pericolo".