Ungheria: meno di 1000 euro al mese, in piazza gli insegnanti

Insegnanti, studenti e genitori in coreteo a Budapest. Al centro della protesta i salari esigui e la centralizzazione del programma didattico